SBR3Athleta dell’estate: Michele “Michi” Cavasin

settembre 6, 2013 in news varie by anthony

Torna lo spazio “semi”serio, in cui a turno avete la possibilitĂ  di presentarvi e raccontarvi ai vostri compagni. Dopo aver messo in riga in diverse gare tutti i compagni di squadra, domenica 1 settembre si è definitivamente conquistato il titolo di SBR3Athleta dell’estate (luglio e agosto) il nostro Michele Cavasin!

Ciao Michele

ormai è passata qualche stagione dal tuo esordio nel triathlon.. come sei arrivato a questo sport?
(ci riassumi il tuo percorso sportivo?)
Sono approdato a questa bellissima disciplina grazie al mio Grande Amicone Carlo.
Sono andato a fare il tifo mentre partecipava a Bardolino nel 2008 e, dentro di me, è scattata subito una molla che sta ancora saltellando..
Così, stanco di correre e basta, ho rispolverato la mia bici e ho ripreso a pedalare, qualche mese di nuoto invernale e il 1º maggio 2009 ho esordito allo Sprint del Lido.

Ci sono tanti apprendisti triathleti, molti hanno esordito con noi quest’anno. Cosa consiglieresti a chi si avvicinerĂ  il prossimo anno con noi?
Questo è uno sport per tutti, non serve essere super uomini, basta solo tanta passione, organizzazione e voglia di mettersi in gioco, i risultati vengono di conseguenza.

Cosa ti piace della squadra SBR3Athlon?
Io vengo da una squadra vicina, ho cambiato perchĂ© ho trovato un gruppo di amici (prima che compagni di squadra) con cui potermi allenare divertendomi. Il confronto in gruppo e’ inevitabile, quindi si conoscono i punti di forza e le debolezze di tutti. A volte, a fine gara, vedere che un tuo compagno di squadra e’ riuscito ad arrivare fino alla fine migliorandosi anche solo di un minuto, magari proprio nella disciplina in cui e piu’ carente, ti rende orgoglioso e ti emoziona tanto quanto il tuo stesso risultato.

Fai un lavoro con orari decisamente atipici… avere pomeriggio “libero” ma in cui dovresti riposare, quanto pensi ti avvantaggi nel restare in forma con continuitĂ  tutto l’anno o quanto invece scombina i tuoi allenamenti?
Diciamo che a me piacerebbe molto dormire, ma la passione in questo caso ha la meglio.. ad esempio quest’estate, nonostante dal lunedì al sabato mi alzassi alle 4 per andare a lavorare, la domenica nessuno mi impediva ( e nemmeno mi costringeva ) di alzarmi alle 5:30 per uscire ad allenarmi. Avere il pm libero mentalmente è molto bello, ho un sacco di ore per me, dove riesco sia a riposare che ad allenarmi tranquillamente. Diciamo che, dopo una stagione impegnativa come questa, mi prenderò qualche mese di vacanza sportiva per rigenerarmi ripartire a pieno ritmo il prossimo anno.

Che ricordi hai del tuo esordio? Qual’è stato?
Ho esordito nello Sprint al Lido nel 2009 sotto una leggera pioggia, ho esordito nell’olimpico a Bardolino sempre nel 2009 sotto un mega temporale, ho esordito nel mezzo Ironman quest’anno sotto il diluvio.. Cosa ricordo??? Molta acqua… ma sopratutto sempre tanta felicitĂ  e soddisfazione per il traguardo raggiunto.

Qual’è stato il tuo traguardo più emozionante?
Sembra scontato, ma il mio traguardo piĂą emozionante è stato quello dell’Ironman a Salisburgo, sono rimasto super concentrato fino a 100mt dal traguardo, addirittura non guardavo le molteplici scritte Ironman perchĂ© non volevo rendermi conto di quello che stavo facendo, ma quando sono arrivato sul tappeto blu, non vi nascondo che qualche lacrima mi è scesa..

Qual’è il tuo prossimo obbiettivo?
In veritĂ  non ho ancora deciso cosa fare il prox anno, forse un altro 70.3, ma ora è presto per fare progetti…

Tornerai a correre una maratona?
Sicuro!! Devo assolutamente tornare nella grande mela! Voglio riscattarmi dall’ultima maratona corsa li’ che non sono riuscito a chiudere come avrei voluto…

Svelaci i tuoi punti forti e..ammetti i punti deboli
Punto debole? Il nuoto indubbiamente.. non mi piace, faccio fatica e mi manca la tecnica..
Il punto forte invece direi la corsa.. riesco ad allenarmi bene e lo faccio volentieri, anche se in realtĂ  un bel giro in bici non ha paragoni.

Prova a sognare la tua gara ideale.
Mah, un giorno mi piacerebbe essere competitivo anche in acqua, così almeno non mi troverei a dover rincorrere tutti come faccio adesso…!